TRICOPIGMENTAZIONE

La Tricopigmentazione è l’impiego del tatuaggio estetico nelle calvizie ed in esiti cicatriziali post - autotrapianto.

Un piccolo chiarimento…….
Sulla base di una esperienza nel settore della pigmentazione cutanea, l'essere contro corrente, riguardo le tante formule commerciali, attuate al fine di vendere questa tipologia di servizio, posso affermare che la tecnica della tricopigmentazione sia basata sullo stesso e identico principio della tecnica tatuatoria, che prevede l'inserimento del pigmento tramite ago, all'interno della cute. Una descrizione semplice, meno clinica e dotta, regala a chi vuole avvicinarsi a questa tipologia di tecnica estetica, la fiducia e la capacità di poter comprendere di cosa si tratta realmente.
E' ovvio che una nuova tipologia di tecnica estetica poco conosciuta, insinui della diffidenza e dei timori legati alla scarsa informazione a riguardo, nei soggetti che però allo stesso tempo si avvicinano con curiosità e speranza, per ovviare ad un inestetismo, decisamente importante.
Il risultato ottenuto, in questo caso come nel trucco semipermanente, tatuaggio, copertura di cicatrici e patologie cutanee, dipende dalla esperienza e dalla professionalità di chi esegue il trattamento con impeccabile precisione, indipendentemente dalle tecniche e dagli strumenti utilizzati, cosi come I più grandi artisti di epoche passate, realizzavano opere d'arte pur impiegando materiali differenti da artisti dei nostril tempi, ma con risultati mai raggiunti prima.

Il trattamento
La tecnica della PCC viene effettuata su persone con inestetismi legati alla calvizia, alopecia, ed esiti cicatriziali e/o post chirurgici da autotrapianto. La PCC si distingue in Temporanea o Permanente. Nel primo caso lo specialista utilizza pigmenti di permanenza intracutanea temporanea, tale da consentire una permanenza del pigmento stesso sino a 4/6 mesi da inizio trattamento. Naturalmente ogni soggetto, distinto per età, sesso, stile di vita, attenzione alla cura di se stesso, patologie in essere e struttura cutanea, concorre al raggiungimento del risultato. Nel secondo caso la pigmentazione è permanente e per tanto il risultato finale è messo a dura prova dal passare del tempo che attiva un processo di ossidazione del pigmento, modificandone cosi la forma e il colore.

Profilassi preventiva
Il soggetto sarà visitatato dallo specialista per decidere e valutare insieme il colore e la forma della zona da trattare. Durante la visita sarà consegnata la profilassi preventiva per quanto riguarda la preparazione al trattamento e la realizzazione di una immagine fotografica, elaborata da un programma specifico. Considerando l'impatto che un radicale cambiamento di immagine può causare, il trattamento potrà essere effettuato in maniera graduale o parziale, tanto da poter permettere a chiunque di continuare a vivere la propria quotidianità sin da subito.


FOTOGALLERY

©2011 - Tutti i diritti sono riservati - Vito Armenise - dermopigmentazionepuglia.it - Bari | P.IVA 07229630723 || Privacy e Info Cookie
WEB MULTIMEDIA - SITI WEB BARI
realizzazione siti web Bari